AMORE & ALTRI RIMEDI
Sicuramente l’avete visto tutti, ma non potevo non parlarne nella mia sezione cinema, visto che è stato il mio film preferito del 2011.
Devo dire che mi ha stregato, potrei rivederlo all’infinito e non stancarmi mai, anche se alla fine piango sempre. Potrà anche essere colpa del mio lato sensibile o del romanticismo represso però, la realtà è comunque una sola : Chi di noi non ha mai sognato una dichiarazione d’amore cosi? Vedere l’uomo che si ama pronto a giurare amore eterno (cosa già rara con i tempi che corrono), per giunta ad una persona piena di problemi e che con il passare del tempo non sarà più la stessa. Ci vuole coraggio? Secondo me ci vuole dedizione, veramente tantissimo amore e la consapevolezza di ciò che si sta facendo (visto che poi non si può tornare indietro o addossare colpe di una vita diversa all’altra persona). Inoltre molta gente se la sarebbe data a gambe levate pensando di dover sacrificare la propria vita con una persona affetta da una malattia incurabile e degenerativa come il parkinson  
Il lungometraggio ha una storia avvincente, a tratti comica e a tratti malinconica, senza dubbio molto pepata. Sinceramente non  la inserirei nel novero delle commedia all’americana, come faccio di solito, visto che tratta un argomento cosi delicato, in un modo diverso dal solito, mi sembra più una tragi-commedia. Il film merita, anche perché è girato bene, ha una buona fotografia, ottime riprese e una discreta colonna sonora. In breve tutto è in sintonia come in un puzzle. Ogni pezzo si incastra perfettamente con l’altro: i costumi,
i personaggi, la collocazione storia (è ambientato negli anni novanta). 
L’insieme è il contorno giusto per questa storia, quella di un ragazzo da poco disoccupato, grande amatore e seduttore alla ricerca di un lavoro. Trova l’occupazione adatta a lui, ma soprattutto alla sua oratoria e al suo fare ammaliante, diventando informatore scientifico per la Pfizer. Con il tempo tenta la scalata al successo sfruttando la scoperta del viagra. Riesce già da subito ad inserirsi bene nel giro, sia perché conquista le varie segretarie, sia per la sua dialettica con i medici.
Un giorno, per caso, per errore o per fato, come preferite voi, incontra lei: Anne Hathaway. La paziente di un dottore al quale doveva mostrare i suoi farmaci, lei è :bella, strana, semplice e a tratti spregiudicata. Per una volta la sua scenetta da conquistatore non funziona perché lei lo batte sul tempo e sembra iniziare questo rapporto fatto esclusivamente di sesso. 
In realtà i buoni propositi e le promesse non servono a molto, tra i due si crea subito un’intesa e una strana alchimia innaturale per due persone che non vogliono legami. Senza rendersene conto diventano l’uno indispensabile per l’altro, lui sembra un quindicenne emozionato quando riceve le chiamate di lei (e non si rende conto di provare quello che è l’innamoramento) e lei perde sempre più il suo autocontrollo. Nelle scene che si susseguono è straordinario notare il cambiamento di lui e come possa un uomo: infedele, amante delle donne e senza un briciolo di cuore cambiare in maniera cosi eclatante quando trova la donna dalla sua vita. 
Avviene una vera e propria trasformazione, con occhi da inguaribili romantici, si potrebbe dire che lui in realtà riveli la sua vera natura gettando la maschera da uomo che non deve chiedere mai, perché per una volta può essere se stesso senza dimostrare nulla e può denudarsi mostrando i suoi sentimenti (infondo è questo l’amore,no?) Lei poi è stupenda, sembra voler difendere se stessa e gli altri. Anche se, ai suoi atteggiamenti, ho dato diverse chiavi di lettura. Spesso appare evidente che lei allontani gli altri per non soffrire (per paura di affezionarsi e perdere qualcuno,visto che la sua vita non è semplice), poi, invece, è visibile la voglia di difendere lui da un futuro che potrebbe cambiare in peggio la sua vita.
Il tutto sembra inevitabile visto che al nostro cospetto non si presentano due persone che vivono di brevi momenti fugaci e passionali, ma due persone che amano stare insieme, parlare, raccontarsi, dormire insieme, filmarsi e sognare un futuro…insomma amano vivere la quotidianità.
Cosi lei impara a fidarsi di lui, mentre lui realizza il suo sentimento, la storia vive di alti e bassi, di difficoltà inevitabili e di momenti intensi. Nonostante tutto il finale non è solo lieto, ma commovente, romantico e ci fa un po’ sognare la dichiarazione di lui e la voce narrante, quella del protagonista, che ci lascia cosi:
                     

“Da piccolo mi preoccupavo sempre di cosa avrei fatto da grande. Sai, quanti soldi avrei guadagnato o se un giorno sarei diventato uno importante. Quello che desideri di più al mondo a volte non succede, a volte succede quello che non ti saresti mai aspettato, come ad esempio lasciare il mio posto a Chicago e la mia carriera, e decidere di restare qui e iscrivermi a Medicina. Non solo, incontri migliaia di persone e nessuna ti colpisce veramente e poi incontri una persona e la tua vita   cambia, per sempre.”

“Giusto giusto… io adesso dovrei comportarmi come se non fossi certa che sia giusto così potresti dirmi che non esiste giusto o sbagliato ma solo il momento… e poi io ti direi che non posso facendoti capire che invece posso… il che è inutile perché in realtà non mi stai ascoltando… perché non è una questione emotiva per te, non è neanche questione di sesso, è solo questione di trovare sollievo un ora o due dal peso di essere te stesso… e per me va bene così perché… voglio esattamente la stessa cosa.”

4 Comments on AMORI & ALTRI RIMEDI

  1. Bea
    13 maggio 2012 at 16:57 (6 anni ago)

    Ciao!per prima cosa grazie mille per i complimenti che hai fatto al mio blog!!!Li ricambio e ora mi faccio un giretto sul tuo perchè mi sembra davvero molto interessante!!Questo film poi l'ho sempre voluto vedere ma dato che il mio lato romantico è moooolto spiccato sono certa che scoppierò a piangere anche perchè ho intuito come potrebbe finire!
    Per la ricetta dello struccante occhi che ho fatto ti lascio qui la ricetta…fammi sapere se ti sei trovata bene!Nel mio caso ha funzionato meglio di tanti altri comprati al supermercato senza contare che non ci sono schifezze all'interno!!

    25 g di olio di riso (o di un altro tipo, anche se forse quello di riso è più
    delicato!)
    65 g di infuso di camomilla (fai bollire l'acqua e fai una semplice camomilla
    come se la dovessi bere!)
    5 g glicerina
    5 g di un detergente delicato

    Io ho dimezzato le dosi così non c'è stato bisogno di mettere 0,5 g di
    conservante perchè lo finisco prima delle 2 settimane di scadenza del prodotto!
    Un bacio grande
    Bea

    Rispondi
    • Audrey
      13 maggio 2012 at 17:15 (6 anni ago)

      ciao che dire grazie al cubo…sia perchè sei passata,sia per i complimenti e soprattutto per la ricetta dello struccante,lo faccio,lo provo e poi ti dico…grz ancora ciao ciao 😀

      Rispondi
  2. Maria Camila
    14 maggio 2012 at 5:22 (6 anni ago)

    Haha I love this movie.

    Xo, adropofbliss.blogspot.com

    Rispondi
    • Audrey
      15 maggio 2012 at 10:06 (6 anni ago)

      🙂
      yes is very beautiful and romantic!!!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *