IL CILE…QUANDO UN MUSICISTA EMERGE DALLE FREQUENZE E NON DAL WEB

Lorenzo Cilembrini, in arte “Il Cile”, è un cantautore trentenne di Arezzo. Il suo nome d’arte nasce dal suo cognome, per l’appunto Cilembrini, abbreviato Cile. Nell’era della musica multimediale e dei cantati che emergono grazie alla rete e ai clic, finalmente mi sembra di fare un tuffo nel passato e in quella che era la vecchia discografia. Ma vi ricordate di quando era la radio a passare i primi successi? Quando da bambini, muniti di cassetta, fissavamo lo stereo e pregavamo che lo speaker annunciasse la nostra canzone preferita per poterla registrare?
Ora, invece, siamo nell’era del web e si fa successo grazie a youtube e ai talent show. Lorenzo, invece, sta cercando di farsi notare tramite il vecchio metodo: la radio. Infatti, il suo brano di esordio “cemento armato” è un successione e tra gli FM passa assiduamente. A credere nel cantautore sono stati : Fabrizio Barbacci e la Universal. Inoltre, Il Cile, ha collaborato alla creazione di alcuni brani dell’ultimo album dei Negrita come Brucerò per te. Finalmente un cantante che ha fatto la vera gavetta arricchendo, giorno per giorno, il suo bagaglio culturale e interagendo con i grandi della musica italiana. A breve arriverà anche il suo primo album ricco di suoni rock e di storie che raccontano un po’ la sua vita. Il brano “cemento armato”non parla solo di un amore che è finito, ma raffigura uno scorcio di vita e come il riassunto di ciò che accade ogni giorno. Il cantante in un intervista  ha detto: “la canzone è una raffigurazione del momento che ci circonda e dei pensieri legati alla generazione degli anni ’80 che tutto d’un tratto ha dovuto fare i conti con una situazione totalmente nuova”…
Che dire sarà che appartengo anch’io alla generazione anni ’80, sarà che le parole della canzone sono vere “anche questa è vita”…tutto quello che ci accade ogni giorno è vita, nel bene o nel male e si va sempre avanti anche quando non si hanno più le forze e quando si è intrappolati in una esistenza che non sembra essere la nostra. Infondo è bello andare avanti e la canzone, a detta anche del Cile, vuole avere una connotazione positiva.

TESTO:
Anche questa è vita: 
respirare i silenzi spietati di una donna che hai perso. 
Quando il freddo di tutto l’inverno brucia più dell’inferno e ti guardi dentro e capisci che qualcosa hai sbagliato. 
Anche questa è vita: vagabondi e innamorati a una stazione, in un cestino o in un abbraccio c’è uguale immersione. 
Così acido è il sapore di una delusione. 
Anche questa è vita:un lavoro che non sopporti ma che devi fare, perché senza uno stipendio sei un difetto sociale, perché crepi per consumare e consumi crepando. 
Anche questa è vita: ritrovarsi in una rissa di sabato sera, come sfondo le luci blu di una sirena. 
Mentre scappi e tutto intorno è una nuvola nera. 
Anche questa è vita: ascoltare i politici che fanno chiari discorsi, che il paese ha bisogno soltanto di iene ghignanti,di pagliacci da televisione e dettagli eleganti. 
Anche questa è vita: ingoiare una polaroid di carta vetrata, regressione in chiave etilica di un’altra giornata. 
Non potresti mai capire quanto ti ho amata. 
Dove sei? Mi hai lasciato in un oceano di filo spinato. 
Io ti ho dato prati di viole e tu cemento armato. 
Dove sei? Mi hai lasciato in un oceano di filo spinato. 
Io ti ho dato prati di viole e tu cemento armato…cemento armato. 

4 Comments on IL CILE-CEMENTO ARMATO

  1. Amarillys
    15 maggio 2012 at 13:53 (6 anni ago)

    è da un po' che lo sento alla radio e mi piace molto, finalmente una canzone dal testo non scontato!

    Rispondi
    • Audrey
      15 maggio 2012 at 14:02 (6 anni ago)

      infatti e cmq molto orecchiabile 😉

      Rispondi
  2. Antonella
    15 maggio 2012 at 14:49 (6 anni ago)

    Ciao, come promesso sono venuta a trovarti, mi piace il tuo blog, passerò spesso. Intanto mi unisco anch'io ai tuoi lettori abituali. A presto Antonella.

    Rispondi
    • Audrey
      15 maggio 2012 at 14:56 (6 anni ago)

      grazie Antonella,dopo aver visto il tuo blog questo per me è un gran complimento!!!
      A presto

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *