Bari-Puglia (foto fuori concorso)
“Ci sono strade che finiscono all’orizzonte come i sogni che attraversano il mare e si perdono nel cielo” Audrey
Finalmente, dopo una lunga pausa, è tornato l’appuntamento con con Monica, del blog Viaggi e baci, e con “Il senso dei miei viaggi”. Il tema del mese è affascinante, particolare, insolito ma inevitabilmente legato al vagare da una città all’altra, da una nazione all’altra, da un continente all’altro. Come scrive Monica questo tema rappresenta un po’ la quintessenza del viaggio e va rappresentato con scatti che ritraggono strade, autostrade e sentieri. Bene, nel mio archivio fotografico ci sono una miriade di foto che immortalano le strade, le autostrade e i sentieri dei miei viaggi, però ho deciso di non usale.
Si, perchè esistono strade senza asfalto, sentieri che non portano in aperta campagna e autostrade che non hanno macchine. Ricordate, si può viaggiare anche con la fantasia lasciandosi trasportare dalle bellezza delle piccole e grandi cose che ci offre il mondo attraverso spettacoli inimmaginabili.
…ca sulla litoranea ncete già casinu, tocca cu riamu mprima cu nu ne imbottigliamu
cussì ca mancu nu menutu ne li perdimu stai bona dai camina mena scià ballamu
e ce bete oimmena quanta gente tutti pijati bueni te stu ritmu avvolgente
sienti ce bellu discu ca lu selecta sta minte sienti cè bella ndore ca intra l’aria se sente
e quistu è sulu l’iniziu te stà grande serata la parte chiù bella mica ncora a riata
a bbitere quandu tutti li cantanti se cucchianu
e unu dopu l’auru sullu microfono cantanu … Sud Sound System-Sciamu a ballare
Scorrano-Puglia (luminarie di Santa Domenica) 
La strada della luce
Una strada di paese trasformata in un salone da ballo pieno di luci, colori e suoni.
Una stradina che, in una notte, ha fatto vivere un sogno a tutti i presenti. Nessuno, durante la festa di paese, ha notato se quello che calpestava era un terreno asfaltato, pieno di chianche o altro. La strada che contava era solo una, la via della luce, quella che faceva camminare tutti a testa in su, incantati, inebriati e stupefatti dal tripudio di luci che si muovevano a tempo di musica, mentre i Sud Sound System facendo saltellare la folla.
Cos’è quella sensazione che si prova quando ci si allontana in macchina dalle persone e le si vede recedere nella pianura fino a diventare macchioline e disperdersi? È il mondo troppo grande che ci sovrasta, è l’Addio. Ma intanto, ci si proietta in avanti verso una nuova, folle avventura sotto il cielo.
                                                                                              “Sulla strada”- Jack Kerouac
 Lussemburgo 
L’autostrada del cielo
L’autostrada del cielo regala scenari bellissimi ovattati e delicati. Nel cielo tutto si perde e tutto si confonde e nello scrutare non sai più dove finisce una città e inizia un paese, nel cielo i tempi si restringono, le distanze sembrano quasi non esistere e le uniche cose che si distinguono sono le nuvole che ti avvolgono, il mare e la terra. L’autostrada del cielo è sicuramente la più emozionate, non ci sono macchine che ti superano ma ci sei solo tu che sorvoli sulle distanze che si accorciano.
…Strade che si lasciano guidare forte
Poche parole piogge calde e buio
Tergicristalli e curve da drizzare
Strade che si lasciano dimenticare
Strade che si lasciano guidare forte (andare via così)
Poche parole piogge calde e buio (via così… via così)
Tergicristalli e curve da tremare
Strade che si lasciano dimenticare…
                     Subsonica-Strade
 
 Londra-Tamigi
Sentieri che sfociano nel Mar del Nord
Non tutti i sentieri conducono in campagna, in montagna, verso le pianure o quant’altro.
Esisto sentieri tracciati dai fiumi che sfociano nel mare, un’immensa e sconfinata distesa d’acqua che circonda le nostre nazioni e i nostri continenti. Le correnti cullano le navi, le barche, i pescherecci…e con loro i mille passeggeri che guardano la città e la terra da un’altra prospettiva. Dalle strade dell’acqua tutto ha un senso differente e le mete raggiunte, viste da cosi lontano, sembrano sempre più belle.
…non lo so dove vado ma viaggio e gli porterò i miei souvenir
tutti quanti i miei souvenir
tu che conosci il cielo e poi conosci me
le sai le mie paure mi sa che sai il perché
che non conosco il cielo farò come potrò
starò con la gente per stare solo un po’
facendolo il mio viaggio
cerco il pomeriggio di maggio
non lo so come vado ma viaggio…
Ligabue- Tu che conosci il cielo

 

52 Comments on Le strade dei miei viaggi

  1. Simona Mirto
    9 aprile 2014 at 9:06 (3 anni ago)

    Se c'è un momento in cui riesco davvero a rilassarmi, tenere la mente aperta e viaggiare nel vero senso della parola e quando percorro km e davanti a me c'è un orizzonte senza fine.. questa sensazione di percorrere senza fermarsi, di vedere cambiare i paesaggi, scorgere le case in lontananza mi fa sentire libera, sicura, capace e padrona di me come non mai… La mattina inizia con una bella emozione, Grazie per questi scorci, che mi hai fatto percorrere con te:*

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 10:51 (3 anni ago)

      Hai ragione, capisco cosa vuoi dire, è una sensazione bellissima che ti appaga.
      Grazie a te per essere passata e aver lasciato il tuo pensiero 😉
      :**

      Rispondi
  2. Cristal_Azul
    9 aprile 2014 at 9:18 (3 anni ago)

    !Ciao, Audrey!

    Alcune belle immagini.Mi è piaciuta la poesia scelta Kerouac.Un post molto bello.Tanti baci, bella, buona settimana.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 10:52 (3 anni ago)

      Hola preciosa,
      muchas gracias para tu amale palabras:D
      Muchos besos mi querida amiga :**

      Rispondi
  3. Cucina Mon Amour Thais
    9 aprile 2014 at 9:34 (3 anni ago)

    Ciao Audrey.
    Viaggiare é uno strumento di cultura più efficace che possa esistere… Adoro viaggiare, conoscere nuove città, entrare nella quotidianità delle persone che li ci vivono, é meraviglioso.
    Peccato che negli ultimi anni non ho potuto fare qualche viaggio, mi manca.
    Ma il viaggio più interessante della mia vita, fu nel 1994, 20 anni fa, quando sono venuta in vacanze qui in Italia e qui sono rimasta.
    Grazie a questa esperienze, oggi mi considero una persona completamente diversa, che se fosse rimasta nella mia città natale, San Paolo in Brasile.
    Mi ha fatto capire che sono una persona coraggiosa, forte… e pensavo tutto al contrario.
    Questo post mi ha fatto viaggiare nel tempo….
    Un abbraccio.
    Thais

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 10:55 (3 anni ago)

      Ciao Thais,
      verissimo, viaggiare arricchisce sempre, apre la mante e ti fa anche crescere.
      Anch'io, come te, amo viaggiare e scoprire, non solo la bellezza di un posto, ma anche la cultura e la quotidianità di chi ci abita.
      davvero? non lo sapevo!! Abbiamo un vissuto simile allora.
      Grazie per averci parlato della tua vita e della tua esperienza 😉
      Un abbraccio

      Rispondi
  4. Lilli
    9 aprile 2014 at 10:27 (3 anni ago)

    Ciao Audrey, mi mancava questa rubrica e vedere le tue foto. Il tema di questo mese è molto carino, mi è piaciuta tanto la tua intro. Io percorro ogni giorno strade dei miei viaggia con la fantasia 🙂 Anzi con la mente sono sempre in movimento, anche quando dormo 😛 Le foto che hai scelto sono stupende, ma una mi ha colpito in particolare, l'autostrada del cielo, Lussemburgo. La vista è bellissima, mi perdo solo a vederla. Un abbraccio grande, buona giornata :** <3

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 11:05 (3 anni ago)

      Ciao Lilli,
      si, il tema questa volta è davvero molto interessante e ricco di spunti. ahuahuahua allora siamo in due, anch'io con la fantasia vado ovunque 😉
      Si, la vista dal cielo è stupenda 😉
      Un abbraccione enorme e buona giornata anche a te :** <3 <3

      Rispondi
  5. MikiMoz
    9 aprile 2014 at 11:35 (3 anni ago)

    Oddio, la strada della luce è bellissima!
    E sai una cosa? Sabato torno in Puglia! Finalmente, mi faccio 5 gg pugliesi dopo un anno! XD

    Moz-

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 11:08 (3 anni ago)

      hai visto? spettacolare, vero? Ogni anno, per la festa di Santa Domenica, creano cose diverse e magnifiche con effetti speciali. Sono talmente bravi e famosi che vendono le loro luminare in tutto il mondo, questo salone è stato acquistato, per il Ramadan, da uno sceicco del Qatar.
      Noooo, davvero? finalmente !!!! Beh!!! sono stra felice per te ;D

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 12:03 (3 anni ago)

      Questa è una rubrica di Viaggi e Baci alla quale partecipo spesso perchè bella e ricca di spunti interessanti 😉
      bella Scorrano, tu sei leccese, ci vai quest'anno?
      ciao ciao

      Rispondi
  6. Daniela F.
    9 aprile 2014 at 16:32 (3 anni ago)

    Molto bella la tua poesia, e l'immagine della Strada della luce, bellissima!
    Audrey se hai voglia di passare da me c'è un gioco simpatico, se ti va di partecipare…
    Buona serata!
    Dani

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 12:04 (3 anni ago)

      Grazie Daniela 😉
      certo, appena posso passo da te, grazie per avermi avvisata 🙂
      Buona serata ciao ciao

      Rispondi
  7. Manuela Vitulli
    9 aprile 2014 at 17:56 (3 anni ago)

    ma che bellezza! Le strade dei miei viaggi è un tema meraviglioso!
    Monica non ne sbaglia una (io ho partecipato con il sacro dei miei viaggi) e tu sei stata all'altezza del tema proposto! Brava 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 12:06 (3 anni ago)

      si, è davvero un bel tema.
      Concordo, trova sempre temi interessanti e ricci di fascino. Io partecipo quasi sempre e mi ricordo del tuo post sul sacro.
      Grazie mille cara ;D

      Rispondi
  8. Ali Ce
    10 aprile 2014 at 6:20 (3 anni ago)

    leggendo questo post mi viene voglia di partire!!

    Rispondi
  9. Norma
    10 aprile 2014 at 9:33 (3 anni ago)

    Ma che bello! La prima foto è stupenda.
    Abbiamo avuto più o meno la stessa interpretazione del tema proposto da Monica.
    Il mio post è programmato per lunedì.
    Ciao
    Norma

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 12:10 (3 anni ago)

      Ciao Norma,
      grazie mille!!!! Davvero? ma che bello, allora aspetto la tua pubblicazione per vederlo 😉
      ciao ciao a presto

      Rispondi
  10. La Betty
    10 aprile 2014 at 12:36 (3 anni ago)

    Ciao amica,
    devo dire che ho trovato molto carina l'idea di dare un'interpretazione diversa alla solita strada asfaltata, non posso non ammirare la strada della luce, l'occhio cade su quella moltitudine di colori e luci meravigliose.
    Davvero incantevole!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 13:15 (3 anni ago)

      Ciaooo tesoro,
      grazieee!!!! lo sai che non amo essere scontata e questo mi sembrava un modo diverso e carino di vedere le cose 😉
      Visto che bello? Scorrano e magica, dovresti vederla una volta illuminata a festa 😉
      un bacione te lovvo

      Rispondi
  11. Antonella S.
    10 aprile 2014 at 14:32 (3 anni ago)

    Ma sai che ero convinta di aver commentato? Forse con il fatto che ne abbiamo parlato per telefono…oppure è l'età che si fa sentire!
    Brava, hai dato una splendida interpretazione del tema proposto questa volta da Monica,
    bellissimi " I sentieri che sfociano nel Mare del Nord ".
    Un bacio.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 aprile 2014 at 15:27 (3 anni ago)

      No, ne abbiamo parlato per telefono ma non hai commentato, tranquilla!!!!
      grazieee!!! ti piace? sono contenta, volevo trovare un modo diverso di presentare il tutto 😉
      Un bacione e buona serata

      Rispondi
  12. {ℋabanero ℋandmade}
    10 aprile 2014 at 15:25 (3 anni ago)

    Bellissima rubrica, adoro i viaggi e adoro le foto, quello che comunicano.
    Un bacio.

    Rispondi
  13. Federica
    10 aprile 2014 at 16:21 (3 anni ago)

    quella foto pugliese mi strapiace!

    Rispondi
  14. Cettina G.
    10 aprile 2014 at 21:50 (3 anni ago)

    Che bel reportage……io viaggerei in continuazione ……se potessi farlo….ma la famiglia ed il momento sono condizionanti, ne basta uno l'anno. Un caro abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      11 aprile 2014 at 8:44 (3 anni ago)

      se potessi viaggerei sempre anch'io purtroppo però non è possibile
      Un abbraccio e buona giornmata

      Rispondi
  15. Monica Facchini
    11 aprile 2014 at 8:13 (3 anni ago)

    Ecco! Io lo sapevo che mi avreste stupito – eh, eh … ormai conosco bene le mie fedelissime! – ma mai i poi mai mi sarei aspettata la "strada di luce" … grandissima Audrey!!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      11 aprile 2014 at 8:48 (3 anni ago)

      beh!!! allora sono felice di averti stupito più del solito 😉
      grazie!!! a presto

      Rispondi
  16. journeycake
    12 aprile 2014 at 5:45 (3 anni ago)

    Anche a me è venuto in mente jack Kerouac, le "strade" hanno un grande fascino, meglio quelle sconosciute che non sai dove ti conducono. Fantastica la strada di luce!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      12 aprile 2014 at 7:17 (3 anni ago)

      Concordo, le strade hanno davvero un gran fascino 😉
      Scorrano è magnifica quando si tratta di luminarie nessuno la batte 😀
      baci

      Rispondi
  17. RobbyRoby
    15 aprile 2014 at 20:53 (3 anni ago)

    La strada della luce mi affascina molto.

    Rispondi
  18. Annalisa Guarelli
    10 maggio 2014 at 15:11 (3 anni ago)

    Bellissima interpretazione e che belle poesie! La strada della luce è veramente pazzesca.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *