Una delle cose più belle del Natale? Il fatto che fa tornare bambini anche i più burberi, che fa rallentare i ritmi, che addolcisce i più duri, che incanta con giochi di luce e addobbi che ci ricordano, in ogni angolo, che è un giorno speciale, da dedicare agli affetti. C’è chi si immalinconisce, è vero, chi ricorda gli anni in cui c’erano persone care, che magari non ci sono più, e c’è chi non lo vive in modo sereno. Le leggende natalizie sono un modo per distrarsi, un modo per viaggiare, restando seduti, immersi nella lettura di storie dolci, simpatiche e originali. Antonella ed io con il nostro Aspettando Natale ( quest’anno presentato in forma ridotta ) vi auguriamo un Natale pieno di gioia, di serenità e (speriamolo davvero ) di pace e vi doniamo una di queste piccole, dolci leggende.

La leggenda del bastoncino di zucchero

I bastoncini di zucchero sono la gioia di ogni bambino, utilizzati soprattutto nel periodo natalizio, si sono diffusi pian piano da paesi come l’America e paesi anglosassoni sino ad arrivare anche in Italia. Utilizzati come decorazioni per gli alberi di Natale, con la loro tipica forma uncinata, sono in genere di colore rosso e bianco, con rivisitazioni che tendono ad alternare al rosso tonalità del rosa. bastoncino-natale Il bastoncino di zucchero pochi sanno che riprende, secondo un’antica leggenda, la classica forma della J, iniziale del nome di Gesù Bambino in inglese (Jesus), ma c’è anche chi, rifacendosi al Vangelo, propone una interpretazione che vede il dolciume con una forma tipica di un bastone da pastore (il concetto di Gesù come guida). I due colori rappresentano per la precisione il bianco della purezza e il rosso del sangue versato nel sacrificio di Gesù per tutti gli uomini.

Buona Natale a tutti voi!!!

7 Comments on Fatterellando (Aspettando Natale): La leggenda del bastoncino di zucchero

  1. Pia
    24 dicembre 2016 at 9:29 (6 mesi ago)

    Bellissimo, bellissimo, bellissimo!
    Grazie Audrey e Buon Natale!

    Rispondi
  2. Pier(ef)fect
    24 dicembre 2016 at 15:43 (6 mesi ago)

    Praticamente alla fine sono i dolci più cattolici di tutti 😀 Non conoscevo la loro origine.
    Buone Feste cara!

    Rispondi
    • Audrey
      8 gennaio 2017 at 15:09 (6 mesi ago)

      penso proprio di si ahuahuahua anche se pareva il contrario 😉
      in clamoroso ritardo buone feste
      a presto

      Rispondi
  3. lolle
    24 dicembre 2016 at 21:39 (6 mesi ago)

    Un abbraccio e tanti, tanti auguri di buon Natale!!

    p.s. Non li mangio perché troppo dolci ma li adoro:)

    Rispondi
    • Audrey
      8 gennaio 2017 at 15:11 (6 mesi ago)

      grazie cara un abbraccione anche a te
      e tanti auguri, anche se in ritardo, per le feste passate
      nemmeno io riesco a mangiarli sono davvero troppo dolci 😉

      Rispondi
  4. robbyroby
    27 dicembre 2016 at 11:36 (6 mesi ago)

    Buone feste. Belle le leggende di Natale. Ciao

    Rispondi
    • Audrey
      8 gennaio 2017 at 15:13 (6 mesi ago)

      Anche se in ritardo buone feste..si carina
      un abbraccio a presto

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *